Registrazioni REACH del 25% sotto le attese

Dai primi dati che emergono le registrazioni REACH sono del 25-30% sotto le attese.

ECHA ha ricevuto, ad oggi: 82874 registrazioni relative a 20612 sostanze da 13045 aziende.
Le stime iniziali di ECHA prevedevano 25-30.000 sostanze e 100.000 dossier da ricevere entro la fine di maggio 2018.

In Italia 6839 registrazioni relative a 3806 sostanze presentate da 996 aziende.

 

I numeri riportati si riferiscono a registrazioni concluse, con numero di registrazione assegnato. Sono ancora in fase di verifica da parte di ECHA 5445 dossier. I dossier inviati copriranno infine 21551 sostanze.

Statistiche complete: clicca qui

Aggiornamento ore 21.30 del 01/06/2018
Un quadro preciso sarà possibile solo in autunno, al termine del Completness check dei dossier che attualmente è in corso e riguarda 5445 dossier. I numeri parlano di 21551 sostanze registrate. Le previsioni di ECHA erano 25000 sostanze nella fascia 1-100 t/a. Cefic è ottimista, sostiene che la maggior parte delle sostanze dovrebbe essere stata registrata. Vedremo nei prossimi mesi se gli utilizzatori a valle avranno problemi o meno.

Aggiornamento ore 10 del 02/06/2018
Bisogna specificare che sebbene il numero di sostanze registrate sia inferiore alle previsioni di ECHA (21551 vs 25000) il numero complessivo di dossier ricevuti è vicino ai numeri attesi (circa 88000 vs 90000). Inoltre le registrazioni sono ancora in atto e proseguiranno nei prossimi mesi.

Notizia in continuo aggiornamento.

Pavia, 1 giugno 2018.

Leave a reply:

Your email address will not be published.