Regolamento REACH: dal 2019 ECHA cambia la valutazione dei dossier di registrazione

A partire dal 1° gennaio 2019 ECHA cambierà le modalità di valutazione dei dossier di registrazione REACH. La principale novità sarà rappresentata dal fatto che i cosiddetti registranti membri, o member registrant (ovvero coloro che hanno inviato a ECHA un dossier di registrazione in qualità di membri e non di capofila), inizieranno a ricevere le decisioni di valutazione dei dossier di registrazione attraverso REACH-IT, nel caso in cui ECHA dovesse riscontrare delle non conformità sulla sostanza.

Attualmente la prassi di ECHA è di contattare principalmente i registranti capofila, che hanno presentato il dossier completo. Il cambiamento procedurale permetterà di mantenere attiva la collaborazione e la comunicazione tra le aziende che hanno registrato la stessa sostanza mediante registrazioni congiunte; attività che risulterebbe più difficile dopo che i forum per lo scambio delle informazioni sulle sostanze (SIEF) hanno cessato la loro attività lo scorso 1° giugno 2018. L’Agenzia ricorda che i dichiaranti della stessa sostanza sono ancora (cioè anche dopo il 1° giugno 2018) vincolati dall’obbligo di presentare congiuntamente le informazioni sulla loro sostanza.

Dal 2019 cambia anche il formato delle comunicazioni di ECHA: il contenuto delle decisioni sarà semplificato per fornire giustificazioni più mirate per le informazioni richieste e per fornire informazioni chiare ai dichiaranti sui loro obblighi legali.

I cambiamenti nelle procedure messe in atto da ECHA sono molto importanti se la tua azienda ha registrato delle sostanze, per questo motivo ti consiglio di visionare il webinar di ECHA, che ti riporto qui sotto, dove vengono discusse nel dettaglio tutte le novità.

La modifica di queste procedure da parte dell’Agenzia è un passo molto importante che dimostra la forte intenzione di migliorare continuamente la qualità delle informazioni contenute nei dossier di registrazione REACH. L’aggiornamento dei dossier di registrazione REACH è attualmente previsto dall’articolo 22 del regolamento REACH:

Dopo la registrazione, il dichiarante è tenuto ad aggiornare senza indebito ritardo la sua registrazione con le nuove informazioni pertinenti e a presentarla all’Agenzia, di propria iniziativa, nei seguenti casi: […]

Con l’avvento delle nuove procedure prestate attenzione perché, in linea con l’aspettativa che le aziende stiano aggiornando i loro dossier – come richiesto dal regolamento REACH – l’Agenzia non prenderà più in considerazione modifiche relative alla fascia di tonnellaggio, agli usi o allo status di intermedio di una registrazione dopo che un progetto di decisione sarà stato notificato ai dichiaranti interessati.

 

Come puoi prepararti come registrante

Assicurati di rivedere e aggiornare i tuoi dossier di registrazione prima del 2019. Presta particolare attenzione a quanto segue:

  • variazioni nei volumi di produzione o importazione (aumento o diminuzione)
  • usi nuovi oppure usi obsoleti
  • nuove misure o modifica delle misure esistenti per garantire l’uso sicuro della sostanza
  • lo status di intermedio isolato trasportato o isolato in sito
  • nuovi dati sulle proprietà intrinseche della tua sostanza
  • la tua giustificazione inserita nel dossier per fare affidamento su deroghe per le informazioni richieste dai vari allegati, o su adattamenti vari come gli approcci di categoria o il read-across.

Queste verifiche sono particolarmente importanti per le sostanze registrate nelle fasce di tonnellaggio più elevate, con ampi usi dispersivi ma anche se si fa affidamento su registrazioni in opt-out o adattamenti per endpoint necessari ai tonnellaggi più elevati; infatti questi sono i criteri che ECHA utilizza per stabilire le priorità delle attività di valutazione delle sostanze.

Inoltre, assicuratevi che i vostri dati di contatto siano aggiornati – sia in REACH-IT che nei dossier -, in modo da poter essere sempre raggiunti dalle comunicazioni relative alla vostra registrazione.

Ulteriori informazioni sul sito web di ECHA.

Altri articoli sull’aggiornamento dei dossier di registrazione:

Pavia, 26 settembre 2018.

Leave a reply:

Your email address will not be published.